Cos’è l’artrosi

L’artrosi è una patologia degenerativa cronica che può colpire tutte le articolazioni del corpo. Si sviluppa nel tempo in modo progressivo, causando una degenerazione più o meno rapida di ossa e delle cartilagini che ricoprono le superfici dell’osso articolare.

L’artrosi non è una patologia infiammatoria e non deve essere confusa con l’artrite! L’infiammazione può però comparire episodicamente come effetto secondario.

L’artrosi può colpire tutte le articolazioni compresa la colonna vertebrale e provoca una progressiva modificazione dell’osso, che si deforma e può ridurre la mobilità, e della cartilagine, che si deteriora fino anche ad essere totalmente consumata.

Per alcuni aspetti è una patologia “naturalmente” collegata all’invecchiamento, ma può essere a sviluppo più rapido in soggetti geneticamente predisposti, a causa di altre patologie, interventi chirurgici e comportamenti e posture errati che spesso possono accelerare i processi degenerativi.

Sintomi e manifestazione

Non per forza l’artrosi provoca subito dolore! Come detto infatti è un processo progressivo di degenerazione articolare che porta a limitazione del movimento e della funzionalità muscolare.
Insieme alla limitazione funzionale può però comparire il dolore, causato per esempio dalle compressioni dell’osso degenerato e deformato e i conseguenti carichi e movimenti errati.

A volte il dolore può essere accentuato da infiammazione e gonfiore negli  episodi “acuti”.

l dolore è spesso maggiore durante i primi movimenti, per esempio la mattina o dopo essere rimasti fermi a lungo, tendendo poi a diminuire man mano che le articolazioni si “riscaldano”. Può inoltre accentuarsi con i cambiamenti climatici.

In base alla parte del corpo colpita ci possono essere inoltre dei disturbi associati come per esempio vertigini e cefalee per la cervicale, deformità di ginocchia o mani, riduzione del tono muscolare, cammino con zoppia ecc.

Spesso per sfuggire al dolore si assumono delle posture non corrette che, mantenute nel tempo, diventano sempre più difficili da eliminare, generando sovraccarichi articolari e andando a complicare ed ad aggravare il problema.

Cosa fare?

Dall’artrosi non si può guarire, dato che la cartilagine non si può rigenerare e l’osso deformato non torna indietro, ma è possibile rallentare il suo decorso e compensarla attraverso  terapie adeguate.

A livello preventivo è invece importante un corretto stile di vita e alimentare, il controllo del peso corporeo, un’attività fisica corretta ed evitare traumi o sollecitazioni eccessive sulle articolazioni.

Prima di tutto è necessario consultare il proprio Medico per una corretta diagnosi e in seguito specialisti come Ortopedico o Fisiatra che valuteranno la necessità di un trattamento riabilitativo con fisioterapia, farmaci o eventuali interventi chirurgici in base alla gravità.

Artrosi e Fisioterapia

La Riabilitazione, la fisioterapia e il movimento rappresentano spesso le armi migliori per combattere l’artrosi. Il movimento è infatti l’elemento fondamentale della terapia dell’artrosi, dovrà essere però controllato e corretto, affinché non possa addirittura essere dannoso.

E’ importante rivolgersi a un fisioterapista competente che potrà seguire il paziente con terapia manuale passiva per aiutare a risolvere la rigidità e recuperare l’articolarità limitata, con eventuali terapie fisiche come Tecar terapia, Laser terapia e Magnetoterapia, per velocizzare gli effetti antalgici e infine studiare un programma di kinesiterapia attiva da sviluppare nel tempo per ottenere il massimo risultato.